martedì 27 giugno 2017 - 12:36
Ultime notizie

Le Santelle

Santelle di Pertica/11 – Livemmo, Santella di Via Stretta (XVIII sec.)

Di dimensioni ridotte, sorge a ridosso dei “broli” all’inizio della mulattiera che da Livemmo portava all’antico Forno Fusorio, molto più a valle e che ha terminato la sua attività del 1847. Ai piedi vi è murata una lapide, posticcia, che ricorda un caduto. Il dipinto, che raffigura la Madonna con il Bambino, è visibile solo nella parte superiore; l’inferiore è ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/10 – Noffo, Santella del Trivio (XVIII sec.)

Sorge sull’antica strada, al trivio che collega le frazioni di Lavino, Navono e Noffo, sottostante l’attuale provinciale. Si presenta in pessimo stato, ma ancor tale da lasciare intravedere un remoto aspetto di cura devozionale. Gli affreschi sono quasi completamente perduti, soprattutto quelli raffiguranti la Madonna incoronata e alcuni angioletti non privi di una leggiadra postura, racchiusi da un’artistica, anche se ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/9 – Navono, Santella di Fusio

Sempre a Navono, in località Fusio, sorge la santella restaurata nel 1937 con la scritta “Ave Maria” e la sigla “FFOC” riferentesi ai committenti della stessa edicola. Vi è stata inserita la Madonna di Lourdes. L’esistenza di una precedente santella potrebbe essere suffragata, oltre che dal vago ricordo degli anziani, dall’importanza che il luogo ebbe nei secoli scorsi per la ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/8 – Livemmo, Santella di Pandino o dei “Grii” (XVIII sec.)

Sembra, nella costruzione a volta, abbastanza antica, anche per le belle pietre squadrate e l’arco a tutto sesto, occupato ai lati da elementi posticci. Il tetto, originariamente in cotto, è stato rifatto in calcestruzzo. L’interno è totalmente scrostato. La parte posteriore della “santella” è diroccata. Nel ricordo di Bonomini Giovanni il ricavato di un lascito di un terreno in località ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/7 – Belprato, Santella di Aveno

Anche in località Aveno, presso Belprato, era stata eretta una santella proprio lungo la mulattiera che dal castél conduceva al Forno Fusorio di Livemmo. Nel ricordo degli anziani (da me intervistasti nel 1978) era già diroccata quando essi stessi erano ancora ragazzi e raccontavano di aver giocato con i rossi mattoni rimasti, materiali senz’altro approntati nella vicina fornace di cui ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/6 – Odeno, Santella Castelli

Sorge nella parte periferica ovest dell’antico borgo e testimonia un fatto ritenuto soprannaturale: “Castelli Luigi lascia questa memoria per grazia ricevuta”. Le parole che proseguono nel racconto del miracolo si smarriscono, purtroppo, nelle scolorite tinte dell’intonaco. Vi campeggia, nel timpano del tempietto, la ieratica figura di Dio Padre; all’interno, la Madonna di Caravaggio è ossequiata da raffigurazioni di santi (ai ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/5 – Belprato, la “Santa”

Esisteva anticamente “La Santa”, edicola costruita sulla strada mulattiera che da Belprato, allora Prato, portava al multino vecchio sul torrente Tovere, sotto il Pian dei Tre Roveri. Giovanni Bati e Fausto Gabrieli, da me sentiti, ne ricordavano, oltre al toponimo, anche la raffigurazione di S. Caterina della Ruota. La Cappella aveva un ampio porticato antistante che serviva anche e soprattutto ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/3 – Navono, Santella della Pietà (XVIII sec.)

Sorge a sud-est del borgo, all’imbocco della mulattiera per Fusio, su uno sperone di roccia calcare. Sul tetto, ricoperto di coppi, campeggia una ferrea croce, con supporto floreale. L’icona, che rappresenta la Pietà, ossia Maria con in braccio il Cristo morto, ai piedi del Calvario, appare rovinata e appena visibile nella parte superiore; completamente smarrita è la parte inferiore. Testo ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/2 – Livemmo, Santella di Barbaine (XVIII sec.)

Accanto al santuario dei Morti di Barbaine, il popolo ha costruito la sua antibasilica, semplice, perché la povertà è segno di Dio: una edicola o santella. Nulla di particolare, poco più d’artistico, moltissimo di religioso senso di appartenenza soprannaturale. A Dio ogni lode, ai suoi Santi, trascorsi e morti nella testimonianza di Lui, il perenne ricordo, materializzato nelle elementari, primitive ... Continua a leggere »

Santelle di Pertica/1 – Belprato, Cappella della SS. Trinità (XVIII sec.)

La costruzione, abbastanza ampia per una santella (3,50 x 2,50), è situata in località Castèl, sull’antica mulattiera che da Belprato porta a Livemmo. Appare in condizioni molto precarie, sia per la struttura muraria che per la ricca iconografia. Il soffitto è a botte, con velature laterali, e il pavimento in cotto. È protetta da una cancellata in ferro battuto. Vi ... Continua a leggere »

Scroll To Top